Canyoning

a cura di Bruno Camoletto e Dino Ruotolo

La passione per questa valle selvaggia ed incontaminata, unita allo spirito di esplorazione ci ha portato a scoprire ulteriori luoghi fantastici, peraltro tipici della valle Soana. Il canyoning sul Verdassa, rio che nasce alle pendici del Monte Quinzeina, inizia a circa 1000 metri , poco oltre l’abitato di Fraschietto. Il rio Verdassa, dopo un percorso breve ma affascinante, confluisce poi nel torrente Soana, in prossimità della centrale di Frailino, noto punto di partenza per gli appassionati di Kayak. doppia sul rio Verdassa

Partenza

Da Torino, per Cuorgnè, Pont Canavese attraverso la SS 460. A Pont Canavese, non attraversare il ponte sul torrente Soana ma proseguire diritto per raggiungere Frassinetto (1061 m.) Attraversato il paese, raggiungere la Fraz. Molini,quindi tenersi sulla strada alta che conduce a Berchiotto (1162 m). Poco oltre Berchiotto, la strada poi, in leggera discesa, si fa sterrata ed offre un panorama sulla valle sottostante. Superata la Fraz. Fraschietto, dopo aver passato due sbarre, nei pressi di una baita isolata, ha inizio la strada in cemento . Lasciata l'auto, si prosegue a piedi per la strada con cartello divieto di transito a sinistra, per 100 metri. Scendere il sentiero appena accennato che porta allo sbarramento che alimenta la condotta forzata della centrale elettrica ex Trione.

Inizio discesa

quota 1000 m

Arrivo

quota 619 m centrale elettrica ex Trione in località Frailino, poco prima del paese di Ingria, bisogna lasciare l'auto per il recupero

Totale dislivello

391 m

Sviluppo totale

1700 ca

Difficoltà

media

Materiale necessario

1 corda da 50 metri + 1 corda da 20 metri + qualche cordino + casco + muta

Tempo impiegato

5 ore

Vie di fuga

a metà percorso sul vecchio sentiero appena accennato in prossimità della Fraz. Bettassa

Uscita sul Soana

attraversare il ponticello sul torrente 100 metri a monte e proseguire sulla stradina dei 300 gradini che conduce alla Farz. Frailino